I miei commenti

I commenti sono fatti sul sistema  ilmiolibro.it.


Ultimi commenti
(di 1076 totali)
"Caterina e gli altri" è la storia di tre generazioni di donne che cercano dentro di sè una luce che le guidi attraverso il cammino delle loro vite: Margherita attraverso l'amore per le parole, Agnese attraverso la dipendenza, Caterina attraverso la possibilità che un uomo le offre di liberarsi dalla gabbia di menzogne che lei stessa si è costruita intorno.

Voto
Curioso l'incipit, bella la prima frase che apre letteralmente uno scenario davanti agli occhi del lettore. Quando ho cominciato a leggere, l'autrice mi ha dato un colpo col gomito, quel gesto che di solito si fa in un attimo di complicità e poi si dice: "Adesso ti racconto una storia che..." Si, lo stile di questa autrice da la sensazione che non stiamo leggendo, ma che stiamo ascoltando una storia ben raccontata con linguaggio chiaro e pulito. Libro sicuramente consigliabile.
lunedì 22 settembre 2014
Apocalisse di un mondo visionario, di personaggi sfuggevoli e magici, che nel tempo cambiano la loro indole. cosa succederà ... sarà pace o morte straziante. I disegni della storia.

Voto
All'alba del terzo big bang
Era tanto tempo che non leggevo un "fumetto", meglio dire disegni, con piacere. E se anche la storia si regge con il testo che l'accompagna, i disegni da soli costituiscono il nucleo di forza della narrazione. Colori pieni, accesi, tratti particolareggiati e buone inquadrature delle scene tengono incollato lo sguardo. Una storia chiara e semplice che però, sotto sotto, qualche messaggio importante lo porta. Una mano felice quella di Simona, un talento ben applicato che certamente appreziamo. Consigliabile a tutti coloro che hanno perso la voglia di leggere fumetti (dopo il bombrdamento dello stile made in japan) e che vogliono ritrovare nelle immagine la fantasia applicata bene.
lunedì 22 settembre 2014
Le doline sono delle depressioni del terreno dovute ad attività carsiche e al conseguente crollo delle parti superiori si crea così un paesaggio di avvallamenti più o meno profondi, dei veri e propri abissi dove l'acqua scorre e sparisce nelle profondità, così parafrasando, ho immaginato l'attività del cuore e del cervello, baricentro di tutte le emozioni. Il cuore con il suo scorrere carsico del sangue che alle volte trova ostacoli e conseguenti crolli, amori che nascono e che muoiono e il suo battito che registra ogni cambiamento e ogni turbamento che cambia il grafico di un cardiogramma. Il cervello come un paesaggio che reagisce ai cambiamenti e si perde nelle gore del dolore per le molte vicende che ci coinvolgono e le emozioni a rendere frastagliato e disuguale le strutture sentimentali. Poi ci sono le ragioni che si perdono nei meandri delle ingiustizie, nella complessità del vivere. ( da un estratto della nota dell'autore)

Voto
Una raccolta di buone fotografie di sensazioni, ambienti, riflesioni e tanti luoghi dell'essere che all'incauto lettore possono apparire ermetiche, ma che in realtà sono tutte intellegibili. Salvo, come al solito, piace giocare con le parole e anche questa volta ci trasmette la voglia di intraprendere questa ludica attività che mai è fine a se stessa. Un libro di poesie, ma anche di qualcosa altro che non riusciamo a definire e che resta patrimonio del nostro più intimo essere.
giovedì 11 settembre 2014
Ridere fa bene al cuore, alleggerisce le difficoltà e rende sopportabili molte contrarietà della vita. Ridere di noi stessi ci regala la capacità di capire meglio gli altri e di essere più indulgenti. Questo piccolo libro cerca di assolvere questo compito e di consegnare ai miei figli alcuni vecchi, simpatici ricordi, e ai miei nipoti una diversa visione dei loro genitori e dei loro nonni. Insomma, un piccolo libro per alleggerire la vita.

Voto
Ancora una volta Ornella mi stupisce, ogni volta che leggo un suo libro è come se partissi per andare a trovarla a casa dove, accanto al camino, con in mano un bicchiere di vino ascolto le sue storie. La capacità di creare questa atmosfera confidenziale è davvero rara e mette sempre a suo agio il lettore. Poi questa volta mi ha fatto anche sorridere tanto che il mio livello di colesterolo si è abbassato. Complimenti.
giovedì 4 settembre 2014
Inchiostro e Anima è un Libro di Poesie. Poesie e Parole in Fuga ad ognuna delle quali è associata un'immagine per esaltarne con il contenuto grafico, l'espressione poetica. Sono Poesie il cui tema centrale è l'amore, ma non solo, l'amore per gli animali, la natura. Emozioni che portano lontano, in diversi mondi, fantasie, impressioni, riflessioni, invenzioni e universi nei quali sogno e realtà si fondono perdendo i confini. Amori, sogni, speranze e in un "Batter di ciglia" ...realtà... ma qual'è la realtà?

Voto
Immagine e parole con forte impact visivo ed emozionale. Essenziali non tracimano mai in abbellimenti e arzigogoli inutili. L'inchiostro cerca l'anima perchè vorrebbe rappresentarla e le immagine lo coadiuvano in una ricerca infinita nelle emozioni e negli eventi. Un libro da leggere.
giovedì 4 settembre 2014
E'il racconto di un esperienza personale, della quale l'autore ha sentito il bisogno di scrivere.Con la lettura di questo piccolo libro spera di arrivare al cuore delle persone con lo scopo di incoraggiare e trasmettere le emozioni che lui ha vissuto

Voto
Quattro passi in un libro che, fin dall'anteprima, fa respirare al lettore un'atmosfera particolare che inebria la mente e schiude lo sguardo su una visione della vita interconnessa all'ambiente naturale che la circonda. Piacevola la scrittura che scorre senza intoppi con i ritmi giusti. Stile semplice e per questo lodevole, adatto a chiunque, che ha il suo valore nei contenuti e nelle emozioni che comunica e non nelle apparenze più o meno barocche. Un libro consigliabile senz'altro da leggere.
sabato 30 agosto 2014
Questa breve storia che sfiora la fantasia, se così può essere definita, mi da la possibilità di accennare ad un tema al quale tengo particolarmente, la depressione, questo male oscuro, questa malattia ancora vista con sospetto e ambiguità dai più. Faith quindi vive due realtà, scivolando dalla normalità alla depressione, alla fobia. Vive una Realtà Separata. Quante volte volte si è trovata a faccia a faccia con la sua vita riflettendo sulle occasioni che le son scivolate tra le dita? Quante volte si è trovata a faccia a faccia con un lavoro che non sopportava più? Quante volte si è trovata a faccia a faccia con relazioni che non andavano? Troppe volte. Quante volte faith si è trovata a faccia a faccia con Faith...? ,,,in una Realtà Separata? Non molte.

Voto
Dentro e fuori lo specchio promette l'anteprima di questo libro che l'autrice stila con mano sicura riempiendo pagine, chiare e ben coordinate. Un libro certamente da leggere oltre l'anteprima per scoprire qualcosa di quei meccanismi psicologici che a volte si innescano senza che ce ne accorgiamo.
sabato 23 agosto 2014
 
Isabel Aurora cresce pensando di essere orfana.Quando conoscerà la verità,sarà troppo tardi. Uscita dall'orfanotrofio, incontra l'amore. Sono gli anni delle contestazioni e delle ribellioni: sono gl anni '60. Deciderà di voltare pagina: in Sicilia sposa un ricco possidente ma il matrimonio si rivela finito sul nascere. Sarà un biglietto accartocciato ad aprirle le porte della libertà.

Voto
Uno stile pulito che coordina in maniera sistematica dialoghi, ambientazioni, personaggi, quasi fosse la penna guidata da mano estranea che con lucidità e precisione descrive avvenimenti a lei estranei. Questo fa si che sia facile la lettura permettendo al lettore di dimenticare la fisicità del libro e sostituirla con reazioni interiori proprie commisurate al suo coinvolgimento. Un libro interessante fin dall'anteprima, da leggere.
sabato 23 agosto 2014
Perché "Quaderno d'echi"? Perché "echi"? Semplificando: perché ciò che noi manifestiamo fuori di noi è trasfigurato da parole, aspettative, ...; è un'eco. E l'Altro, ricevendo già un'eco, la comprende e vive, a sua volta, filtrandola con sensi, esperienza pregressa, ..., propri; quasi un'eco di un'eco. Su questo sfondo ho provato a scrivere dei versi d'amore.

Voto
Poesie dal tratto leggero, a volte incline alla riflessione, che leggiadro come l'eco rimbalza nella testa del lettore. Poesie d'amore, tema, che seppur usato qui trova un nuovo corpo e nuove emozioni.
venerdì 8 agosto 2014
La giovane Ally, figlia adottiva di una famiglia benestante, si ritrova a dover ripercorrere la storia della sua vita e della sua vera famiglia. Filo conduttore della narrazione è l'arte, che aiuterà Ally a scoprire la sua vera identità e il mistero che si nasconde dietro la sua adozione.

Voto
Copertina con forte impact visivo così come l'inizio della storia che getta il lettore in un turbinio di situazioni e dialoghi. Ambientazioni, dialoghi e descrizioni credibili per un libro che si legge volentieri anche se non è del genere letterario che ci aspettavamo.
martedì 5 agosto 2014
Vintage Berlin è un libro fotografico che ritrae la Berlino dei giorni nostri, una città che ha mantenuto in ogni suo aspetto quell'affascinante e inconfondibile carattere vintage. Vintage Berlin vuol dire parlare per immagini, per istantanee di un mondo che affiorna ancora prepotente negli scorci di talune vedute. Non è la foto che ritrae un brandello di muro a richiamare la vita degli altri ma sono le architetture, le installazioni e la street art manifesto di tale mondo.

Voto
Fotografie dal profilo colore al limite del monocromatismo con dominante colore tipica di quelle fotografie che avendo ricevuto un eccesso di raggi uv presentano decadimento dei pigmenti colorati. Quindi si ha l'impressione di vedere immagini vecchie, datate dal tempo. Una scelta che ben si adatta alla ricerca delle linee architettoniche dove moderno e vintage stuzzicano la fantasia di questa brava fotografa. Mi piacerebbe leggerlo tutto così come si fa con un romanzo ben scritto. Senz'altro consigliabile.
sabato 26 luglio 2014
Nata in un paese di neve, vive in un paese di vento, e non ha mai visto il mare. E' la signora Thibault, moglie dell'ingegner Daniel, che ha saputo catturare la luce, rifrangendola in mille sfumature, irreprensibile madre e moglie, finché un giorno, un'onda la porta via.

Voto
Un viaggio nella realtà e nel sogno, nei desideri e nella quotidianità dove prosa poetica si alterna a slanci descrittivi in un piacevole connubio che avvince il lettore. Lo stile chiaro e fresco di Francesco rende facile la lettura e il lettore non vede più le parole, ma le immagini, i suoni, gli odori di questa storia. Consigliabile.
sabato 26 luglio 2014
Romanzo giallo ambientato nei paesi del Medio Oriente. I protagonisti attraversano alcuni Paesi Medio Orientali rischiano la vita, ma scoprono tesori archeologici, particolari caratteristiche di diverse civiltà e infine l'amore.

Voto
Una copertina elegante che contiene una storia dagli ampi respiri descrittivi che coinvolgono il lettore e lo tengono incollato con un ritmo forte e costante. Buoni i dialoghi e lo stile di scrittura.
sabato 26 luglio 2014
In queste pagine ci sono le parole di un canto di un bosco speciale. Gli alberi hanno occhi, bocca ed orecchie. Occhi per vedere, bocca per parlare ed orecchie per ascoltare. Sul filo della fantasia magica dei luoghi, spieghiamo al vento le vele delle nostre parole e navighiamo nel mare della storia. Raccontiamo di uomini e di donne testimoni del tempo andato, del presente e di quello immaginato che verrà.

Voto
La voce della natura che parla di se riportata con eleganza e fluidità dall'autrice che così realizza un piacevole e prezioso volume che ci aiuta ad evadere dal carcere della routine quotidiana.
mercoledì 23 luglio 2014
La poesia riesce a superare le barriere ideologiche e a trasformare la realtà più lontana in una metafora comprensiva.

Voto
Un libro singolare dove le liriche sono presentate in italiano e in latino. Quest'ultima decretata come morta nei decenni passati ritrova qui vigore e forza e appoggiandosi all'italiano mostra di questo le dipendenze dalla madre lingua. Un esperimento riuscito? Per quello che possiamo vedere dall'anteprima, si.
mercoledì 23 luglio 2014
Qualsiasi sia la verità, è fuori dubbio che spesso ci muoviamo tra inestricabili coincidenze, che per loro natura, non trovano posto in schemi razionali. Eppure non per questo smettiamo di cercare. Continuiamo ad essere affascinati dalle infinite vie per le quali il caso, o forse il destino, ci pone di fronte al bizzarro manifestarsi dei fatti della vita.

Voto
Scrittura che si adatta alle necessità narrative, mai uniforme e uguale. Racconti che suscitano interesse perché si avvertono le note di fondo celate che li muovono. In generale è piacevole la lettura e risulta un libro consigliabile.
mercoledì 23 luglio 2014
Una storia d'amore tra Tom, un calciatore di Milano, e Mila, una ragazza di paese. Tom resta colpito dalla sincerità disarmante di Mila che in modo chiaro gli espone il disinteresse per la movida milanese. Mila invece resta spiazzata nel ritrovarsi di fronte un ragazzo come tanti, semplice e discreto. Una storia che sembra impossibile solo a pensarla, ma la forza dell'amore, quello con la "A" maiuscola, riesce ad andare oltre a due mondi così diversi.

Voto
Uno stile fluido, chiaro, semplice che non appesantisce il lettore. Dialoghi e ambientazioni credibili e realistiche per una storia d'amore giovanile e vitale. Buona la grafica di copertina.
mercoledì 23 luglio 2014
Pensieri in confusione nasce da sensazioni, brividi di vita e occhi lucidi... parla di amore, della gioia delle piccole cose, di voli persi e ritornati, di desideri non pronunciati... sguardi andati... come barche nel ventoso mare...

Voto
Racconti e poesie ben miscelati, dal ritmo giusto e ben coordinato. Pregio notevole è il linguaggio semplice che non pesa al lettore e ben supporta il contenuto. Un libro da leggere, adatto a qualsiasi stato di animo.
lunedì 21 luglio 2014
La prima volta in cui trovi lavoro in una grande città e affronti da solo la vita qualcosa ti andrebbe insegnato e invece nulla, non esiste un manuale! Questa è la mia raccolta di pensieri, incubi e speranze di quei giorni, quando iniziavo ad aggirarmi puro come un hacker tra i siti e le vie della metropoli. Ho introdotto a poco a poco il mio virus nei suoi salotti, uffici, happy hour. Non volevo rinunciare ai miei ideali per conformarmi, agli altri sembravo solo strano, simpaticamente strano...

Voto
Apparentemente una contaminazione di generi e tecniche, nella sostanza una coordinazione di metodi di composizione e di elementi che si ritrovano così uniti in un'unica voce corale. Poesia vissuta, molto sentita che, spesso, trasmette brividi allla pelle e infonde alternitivamente sensazioni al cuore. Complimenti.
domenica 20 luglio 2014
Ci sono volute più di trentunomila parole per compiere questo viaggio intorno alla tua vita, ripercorrendola dalla nascita fino ai trent'anni. Un figlio. Quante volte avevo provato a immaginare il bambino che avrei tenuto per mano, a cui avrei sorriso e stretto tra le braccia fino a sentire chiudersi il mondo intorno a me. Una donna lo fa già da bambina. Nelle sue viscere l'istinto materno è trapianto dalla nascita. Nel tempo non può che germogliare fino a divenire totale e totalizzante.

Voto
Un lungo, appassionato atto d'amore che si dipana e si spande nella mente del lettore attraverso i ricordi dell'autrice. Piacevole la lettura perché una scrittura chiara, aemplice, ben articolata non infastidisce il lettore, non lo ricopre di inutili arzigogoli. Un libro consigliabile.
mercoledì 9 luglio 2014




Nessun commento: