Alfabeto cirillico


L’alfabeto cirillico deriva dall’alfabeto glagolitico che era usato nel IX secolo. I caratteri sono variazioni del greco che era in uso a Bisanzio. Alcuni conservano la forma originaria glagolitica.  L'alfabeto cirillico è  usato nella scrittura di molte lingue slave e non, cioè parlate in territori appartenuti all'ex Unione Sovietica. Citiamo: il russo, il bulgaro, il macedone,  il ruteno, il serbo e l'ucraino…
Uso dell’alfabeto cirillico nelle lingue

Lingua Russa moderna


Nella seguente tabella vedete le 33 lettere dell’alfabeto cirillico moderno con accanto la traslitterazione corrispondente nel formato standard ISO


* = segno che provoca una pausa dura all’interno di una parola
** = palatalizza il segno che la precede all’interno di una parola





Nessun commento: